Ottobre 21

Il termine per impugnare la decisione di manifesta infondatezza è di trenta giorni quando la procedura non sia stata “accelerata”.

Il termine per impugnare la decisione di manifesta infondatezza è di trenta giorni quando la procedura non sia stata “accelerata”.

Va cassato il decreto del Tribunale che aveva dichiarato inammissibile l’impugnazione di una decisione di manifesta infondatezza proposta nel termine di trenta giorni. Difatti, in base al combinato disposto di cui agli artt. 28-bis e 28-ter d.lgs. 25/08, la valutazione di manifesta infondatezza della domanda di protezione è “prius logico” rispetto all’adozione delle procedure accelerate.

Novembre 8

Tribunale di Campobasso, ordinanza del 8 novembre 2016

Tribunale di Campobasso, ordinanza del 8 novembre 2016

Va accolta l’istanza cautelare fino alla definizione del giudizio di impugnativa avverso una decisione di manifesta infondatezza, con provvedimento valevole in ogni sua fase e grado, quando v’è concreto pericolo che la richiedente protezione possa medio tempore essere allontanata dal T.N., con pregiudizio a diritto fondamentali tra cui il diritto alla salute.